16/04/2024
Cronaca

105 anni! Auguri a suor Giacinta Vita.

105 anni! Auguri a suor Giacinta Vita.

Il 29 dicembre 2022, suor Giacinta Vita ha festeggiato 105 anni. Nata a Favara nel 1917, “proprio la notte in cui il papà Pietro – scriveva Giuseppe Moscato in occasione del centenario – stava partendo per il fronte, era in corso la prima guerra mondiale, appena il tempo di vederla. Festa grande al suo ritorno, anche per il battesimo di Giacinta al quale furono invitati tutti i commilitoni di papà Pietro. Famiglia numerosa quella di sr. Giacinta che ha avuto ben due fratelli e sei sorelle di cui una pure suora”. Decide, nel 1952, di dar corso alla sua vocazione ed entrare, nell’istituto delle suore di Santo Stefano di Quisquina delle Suore Assuntine fondate il 24 ottobre 1940 da mons. Luigi Abella, il cui carisma particolare si esprime nel servizio alla parrocchia delle varie comunità in cui, tuttora, operano, in diversi comuni. È la religiosa più anziana originaria dell’Arcidiocesi di Agrigento.

Oggi vive nella Casa generalizia di Castelvetrano. Una vita spesa a servizio di Dio e dei fratelli, soprattutto nell’educazione dei piccoli, tra Santo Stefano Quisquina, Favara, San Biagio Platani e Sant’Angelo Muxaro dove ha vissuto e operato per tanti anni. “Mani operose, cuore aperto a Dio e ai fratelli, tanta preghiera e tanta lettura”. Sono le caratteristiche che ha colto di Lei – ci ha detto – don Giovanni Mangiapane, arciprete di Sant’Angelo Muxaro. “Quando sono stato nominato parroco nel 2017, la incontravo sempre, con il Breviario, il Rosario in mano e con una rivista da leggere e senza occhiali. In paese la ricordano per il carattere solare, lo stile di vita sobrio, il suo cibo non ricercato, ma semplice e misurato per vivere e servire. Donna di fede, di carità, di povertà, di umiltà sull’esempio del fondatore mons. Luigi Abella. Per tutti aveva un gesto di attenzione, una parola di conforto”.

Nel giorno del suo centocinquesimo compleanno, suor Giacinta è stata festeggiata dalla sua comunità e da amici e parenti; tra coloro che hanno voluto stringerla in un abbraccio augurale e affettuoso anche mons. Alessandro Damiano che l’ha raggiunta a Castelvetrano per il taglio della torta e per dire il grazie della comunità diocesana per un’esistenza spesa per gli altri.