25/02/2024
Economia

La Regione Siciliana torna ad assumere: ok al reclutamento di 117 funzionari

regione siciliana 117 assunzioni

La Regione Siciliana ha deciso di aderire al Programma nazionale di assistenza tecnica capacità per la Coesione 2021-2027 (Pn CapCoe), che prevede il sostegno finanziario dello Stato per il reclutamento a tempo indeterminato di un contingente di funzionari direttivi che può arrivare fino a 117 unità. 

Lo ha annunciato in un recente comunicato stampa il presidente della Regione, Renato Schifani, spiegando che l’obiettivo è di rafforzare la capacità amministrativa dell’amministrazione regionale nell’attuazione delle Politiche di coesione.  

Regione Siciliana: i profili ricercati

I profili professionali individuati sono:

  • 65 specialisti in attività amministrative e contabili, 
  • 5 ingegneri, 
  • 5 architetti, 
  • 5 geologi, 
  • 6 avvocati, 
  • 6 specialisti in materie giuridiche, 
  • 9 specialisti informatici, 
  • 5 specialisti della transizione ecologica, 
  • 6 addetti all’analisi statistica, 
  • 5 addetti alla comunicazione istituzionale. 

Le assunzioni previste nelle sette Regioni del Mezzogiorno sono 2.129 e la selezione avverrà su base nazionale, attraverso una o più procedure per esami gestite dal dipartimento nazionale per la Funzione pubblica, che si avvarrà della Commissione per l’attuazione del progetto di riqualificazione delle Pubbliche amministrazioni (Ripam).

I vincitori del concorso pubblico, che saranno inquadrati nel livello iniziale della categoria D del contratto collettivo regionale di lavoro del comparto non dirigenziale della Regione Siciliana, frequenteranno un corso di formazione sulle politiche di coesione di durata non superiore a tre mesi. «È nostra intenzione – ha dichiarato Schifani – ampliare e innovare le capacità progettuali, gestionali e organizzative della macchina Regione. Un’opportunità per favorire la progettazione e la spesa dei fondi extraregionali».

Di Alessandro Sodano