25/02/2024
Economia Senza categoria

Prelievo carburanti entro il 31/12/2023.

Prelievo carburanti entro il 31/12/2023

Si ricorda a tutti gli utenti UMA che l’assegnazione di carburante è relativa all’anno solare quindi può essere utilizzata entro il 31/12/2023 e che l’ultimo prelievo deve essere compatibile con i consumi previsti dalle operazioni colturali ancora da svolgere.

Si ritiene opportuno precisare che tutte le consegne di carburante devono essere effettuate entro e non oltre il 31/12/2023, pertanto si invitano i distributori a non accettare ordini se non possono essere consegnati nell’anno in corso.

Il sistema informativo UMA Sicilia calcola come giacenza tutti i quantitativi di carburante prelevati nel periodo dal 20 dicembre al 31 dicembre.

Qualora il carburante prelevato in tale periodo sia stato consumato totalmente o in parte, la ditta può produrre adeguata dichiarazione indicando l’effettiva giacenza di carburante al 31/12/2023. La dichiarazione, da allegare alla prima richiesta di assegnazione per l’anno 2024, deve specificare le lavorazioni effettuate, i relativi consumi nel periodo e la reale giacenza di carburante al 31/12/2023.

L’ufficio che istruisce la richiesta di assegnazione carburante per l’anno 2024 dovrà valutare la dichiarazione e potrà modificare la giacenza calcolata dal sistema informativo.

Il sistema UMA Sicilia, per tutte le ditte che hanno effettuato prelievi nel mese di Dicembre, nella istanza di assegnazione per il 2024 genera un alert “Attenzione! la rimanenza dichiarata per il Gasolio agricolo verrà sottoposta a controllo dall’ufficio UMA”, chi effettua l’istruttoria deve valutare se i quantitativi prelevati nell’ultimo mese dell’anno sono congrui con le lavorazioni che l’azienda ha dichiarato nel piano colturale del 2023 ed eventualmente stimare la giacenza.

Al fine di agevolare la presentazione delle istanze di assegnazione per il 2024 si informa che il sistema UMA Sicilia non consente di presentare nuove istanze se non sono regolarizzate tutte le operazioni relative all’assegnazione dell’anno precedente. Se viene visualizzato il seguente messaggio di errore “Attenzione! Ci sono prelievi non validati oppure ordini non confermati” è necessario regolarizzare gli ordini rimasti nello stato Da confermare o nello stato Aperto. Pertanto si invitano i distributori a chiudere tutti gli ordini entro e non oltre 30 gg dalla data di consegna e tutte le ditte a validare i prelievi effettuati.